Da un’idea di Torquato Testa, con il supporto della nostra associazione sportiva e di professionisti del campo edilizio, nasce a Monza il “Monza Pizza Bike Park” il primo parco per biciclette in Italia mai realizzato su suolo pubblico

Ma partiamo dal principio: due anni fa Torquato Testa, atleta professionista di “dirt jump” e freeride MTB, insieme ad un gruppo di amici, atleti e appassionati, si attiva per promuovere la creazione di un bike park a Monza presentando all’Amministrazione Comunale un progetto per l’allestimento di un parco per mountain bike ispirato ad alcuni già esistenti nel modo come per esempio “La Poma Bike Park” a Barcellona quello di Whistler in Canada.

L’esperienza e la tenacia di Torquato, con il sostegno dei suoi genitori, l’intervento dell’ASD Emissioni Zero e la disponibilità di alcuni amici, si sono rivelate riferimenti efficaci per sensibilizzare l’Amministrazione Comunale e dare il via ai lavori per realizzare il Monza Pizza Bike Park

L’amministrazione locale, colto lo spirito dell’iniziativa, ha condiviso da subito il progetto con lo scopo di creare un luogo dove coltivare la passione per lo sport ma anche per sedimentare valori importanti come l’amicizia,la condivisione e l’ascolto.

Il Monza Pizza Bike Park nasce con lo scopo di creare uno spazio attrezzato per far divertire non solo gli appassionati del settore ma anche ragazzi e bambini potenzialmente interessati e, magari, anche adulti

A distanza di due anni, lunedì scorso [16 Novembre 2015, nda] sono iniziati i lavori del “Monza Pizza Bike Park“, il primo dirt jump bike park pubblico in Italia, concepito, progettato e realizzato dai riders per i riders che vorranno praticare, in bmx o in mountain bike, il dirt jump.

Il Monza Pizza Bike Park sorge su un vecchio campo da calcio ormai in disuso che si trova in Via Bucci a Monza e sarà aperto al pubblico a partire, speriamo, da Aprile 2016

Ma cosa ha spinto Torquato, i suoi amici e noi di ASD Emissioni Zero a voler costruire un bike park?

  1. Per organizzare in Italia, all’interno del “Monza Pizza Bike Park” competizioni del Campionato del Mondo di “Dirt Jump” come il FMB World Tour
  2. Per proporre il “Dirt Jump” ai Dirigenti scolastici come attività extracurricolare ed educativa volta anche a migliorare la socializzazione tra i ragazzi
  3. Per realizzare un dirt park pubblico volto ad agevolare l’incontro di appassionati e atleti professionisti provenienti da tutta l’ Italia ma anche dall’ Europa e, perchè no, dal resto del mondo.

Un dirt jump bike park  dotato di percorsi differenziati per principianti ed esperti, ma anche luogo di incontro dove potersi incontrare e condividere la passione per lo sport, scambiandosi esperienze e “tricks” e poter migliorarsi imparando dagli stessi praticanti presenti.

tailwhip dirt jump bike bmx monza pizza bike park

Riccardo Cattaneo (di ASD Emissioni Zero) in tailwhip. Photo Credit Nicolò Muraca

Prima di scendere nel dettaglio del Monza Pizza Bike Park però, scopriamo cos’è il dirt jump

Il dirt jump, o piu’ semplicemente “dirt”, è uno sport ciclistico che utilizza apposite biciclette (mtb o bmx), per eseguire salti e volteggi su percorsi in terra.

Questa disciplina è molto spettacolare, divertente da svolgere e, soprattutto, appagante per l’atleta che la pratica, ma anche per chi “sta a guardare”.

Ogni volteggio e ogni salto sono un’emozione che non si improvvisa, ma che si coltiva poco a poco, gradualmente, con molto lavoro, osservazione, prove.

Il dirt si divide in diverse discipline tra cui lo slopestyle, il trail e il pump-track.

Ognuna di queste tre specialità concorre a formare l’atleta, in quanto ciascuna concorre alla sua formazione:

  • il trail per costruire la precisione dello stacco e dell’atterraggio;
  • il pumptrack per apprendere padronanza e controllo della bicicletta, e velocità.

Proprio per questi motivi, il bike park è stato progettato con strutture differenziate, per praticare la disciplina secondo tre livelli di difficoltà:

  1. 1° livello, per principianti. Adatto a tutti coloro che vogliono iniziare a praticare il dirt jump, partendo proprio dai ragazzi più giovani e bambini, ma perchè no, anche adulti
  2. 2° Livello, per principianti ed esperti. Linea di salti con altezze contenute e distanze ravvicinate, dove i principianti impareranno a saltare e gli esperti a migliorare i loro “trick”
  3. 3° Livello, per esperti. Linea di salti di tipo “slopestyle” e “trail jump”

Ogni percorso del Monza Pizza Bike Park sarà dotato di strutture specifiche a seconda della difficoltà e delle esigenze.

Nello specifico, nel Monza Pizza Bike Park saranno impiegati ed installati:

  • 2500mc di terra
  • 2 roll-in (uno in terra ed uno con strutture a ponteggio)
  • 8 kicker (rampe di spinta in acciaio e legno)
  • 1 quarter
  • 1 boner-log
  • 1 foam-pit
  • 1 pump-track
  • 1 costruzione prefabbricato per formazione servizi igienici
  • 1 costruzione prefabbricato in legno per il deposito attrezzi
  • 1 costruzione prefabbricata in legno per la segreteria/accoglienza
Rendering Monza Pizza Bike Park mountain bike

Il rendering di come dovrebbe essere la struttura finale del Monza Pizza Bike Park

Il Monza Pizza Bike Park è stato ideato e progettato interamente da Torquato Testa che, grazie anche alla collaborazione di professionisti del settore edilizio che hanno espletato gli adempimenti formali necessari, ha provveduto a presentarlo al Comune di Monza.

Successivamente, il nostro Presidente Marco Angeletti è stato interessato nel progetto e ha messo a disposizione di Torquato e della “cordata” di ragazzi le proprie conoscenze ed esperienze dando il proprio contributo al progetto e garantendo anche la consulenza per la parte amministrativo-burocratica, assicurando anche il sostegno da parte della nostra associazione sportiva.

La stessa associazione sportiva che ha poi partecipato al bando indetto dal Comune di Monza per la riqualificazione di un campo sportivo in disuso e, unendosi ad altre associazioni sportive, ha ideato un progetto destinato a rivitalizzarne gli spazi.

Il progetto è risultato vincente e, dell’area interessata, alla nostra associazione sportiva è stato assegnato dal Comune di Monza il campo da calcio abbandonato, con concessione decennale e comodato d’uso gratuito.

Una volta sbrigate tutte le burocrazie, il campo verrà “ceduto” alla gestione di una nuova associazione sportiva che verrà fondata da Torquato e dal resto della cordata di ragazzi.

In tutte le sue fasi, il progetto ha avuto il fondamentale apporto (e supporto, nda) di Spazio Giovani, una Onlus di Lissone che ha guidato i ragazzi in questa nuova esperienza, aiutandoli e consigliandoli durante tutta la fase di partecipazione al bando indetto dal Comune di Monza ma anche durante la costituzione della associazione temporanea di scopo costituita tra ASD Emissioni ZeroScuola Circo Clap ed Eureka Basket.

Il progetto nasce e prende forma anche grazie alla collaborazione di alcuni amici di Torquato (anche loro appassionati e professionisti del settore) tra cui Diego Caverzasi, Filippo Proserpio, Martino Carletti, Luca Locati, Vittorio Galli, Andrea Grigioni ed altri ragazzi residenti a Monza, Milano ed in altre città limitrofe.

Per ogni informazione riguardo al Monza Pizza Bike Park basta scrivere una email all’indirizzo
monzapizzabikepark@gmail.com o visitare la pagina Facebook del Monza Pizza Bike Park.

Eventuali proposte di sponsorizzazione o di collaborazione per il Monza Pizza Bike Park possono essere inviate all’indirizzo e-mail monzapizzabikepark@gmail.com.