Primo week-end “ufficiale” di uscite in MTB organizzate dall’associazione. Ce n’è per tutti i gusti e livelli: Trail pedalati a Colazza, un’uscita più tranquilla in Valle Olona e, per gli amanti dell’enduro, una raidata sulle PS di Brunate. Vediamo come è andata.

Sabato: Sui trail dei Lupi del Cornaggia a Colazza (NO)

(testo di Paolo Tomasi)

Ci troviamo al bar Vulcan per il caffè prima della partenza. Prendiamo un caffè e poco dopo siamo al parcheggio. Fa freddino. Decidiamo di andare verso Fosseno, per provare i trail meno frequentati e godere del magnifico panorama dal Sass del Pizz.

Arranchiamo sulle prime rampe che portano al Sass ed il freddo sparisce subito. Nel ripidissimo tratto finale, qualcuno spinge la propria MTB. Raggiungiamo il balcone con un po’ di fatica ed alla vista del panorama mozzafiato siamo di nuovo carichi di energia per dirigerci verso il Monte Torriggia. Cambiamo trail prima di raggiungere la cima, e dopo un po’ di discesa siamo all’inizio dei trail “La Traccia del Lupo” e “La Miniera”.

Decidiamo di percorrere il secondo: “La Miniera” è il più recente dei due, è molto guidato ed alterna tratti ripidi a tratti con curve in successione. In un attimo siamo in fondo, col sorriso stampato sulla faccia: abbiamo iniziato bene!

Risaliamo verso il sentiero della dorsale (lungo terribili rampe) dove incontriamo proprio uno dei membri dei Lupi del Cornaggia! Scambiamo con lui quattro battute e lo ringraziamo, anche a nome dell’ASD, per il lavoro sui trail, perfetti per la MTB. Puntiamo verso l’imbocco del trail “Sex-Ty”. Il nome  è proprio azzeccato:  Qualche bel drop e saliscendi, rilanci e curve tecniche: un mix emozionante.

ASD Emissioni Zero, durante l'uscita in MTB, provano il trail CG dei sentieri del lupi del cornaggia

Foto di gruppo dei nostri soci all’inizio del trail CG

Torniamo sul sentiero a valle per dirigerci verso Colazza: seguiamo la più dolce (rispetto alle precedenti) salita che gira attorno al Monte Tessera e giunge ai piedi del Monte La Guardia: è in quel punto che comincia il trail “CG”: il flow trail per eccellenza! Impossibile non divertirsi nei canalini e nei toboga veloci. A tutta birra superiamo la serie di piccoli drop e le curve finali e arriviamo in fondo. Chiudiamo il giro con la parte finale del trail “Lòzio” e siamo alla macchina, gasatissimi, e contenti del giro.

Qualcuno di noi decide di fermarsi al Vulcan per un panino e una birra… e questa bellissima giornata di riding finisce qui!

Domenica mattina: Parco del Medio Olona

(testo di Roberto Gussoni)

Visto che l’anziano titolare era ammalato ci ha pensato RG ad effettuare un’escursione soft in MTB nel Parco del Medio Olona.

Dopo un caffè in compagnia c/o Gelateria La Chicca, il piccolo gruppo, formato da me, Alberto Bornati, Lo Zio Dave e Francesca ( sua fidanzata) è partito in direzione Olgiate Olona sulla ciclopedonale della Valle Olona, ascoltando i miei “preziosi” suggerimenti.

Escursione in MTB al Parco del Medio Olona

Il nostro Segretario accompagna i soci e dispensa consigli

Dopo essere passati da Calipolis (Fagnano O. ) abbiamo percorso alcuni tratti in fuoristrada dove i consigli sono stati tutti accettati e messi in pratica, in alcuni punti abbiamo scattato delle foto a testimonianza delle nostre capacità….
Intorno alle 12 abbiamo fatto ritorno a casa….
Alla prossima escursione!

 

Domenica: Tavernerio/Brunate

(testo di Dario Bortoli)

Il buon Massimo sorprende tutti il lunedì con una proposta: “Ragazzi, domenica Brunate/Tavernerio?”, beh ovvio che si! Check meteo: sole (ovviamente non controllo il vento), buona!

Ritrovo alle 7.30 con Andrea Moioli e Claudio Riotti che nell’occasione mi scarica anche 5 bici da dirt in garage e poi via, verso Via Perlasca a Tavernerio! Ritrovo? Ore 8:20!

Aperta la portiera ci accoglie un bel vento gelido ed un cielo senza una nuvola, paesaggio spettacolo (foto? Nessuna, immaginatevela!)

Ci aggreghiamo a Massimo, Fausto, Andrea ed Emanuele per risolvere un quesito importantissimo: pedalare o meccanizzare? Risposta: 4 furbetti della MTB, che ringraziano l’inventore della funicolare a Como, e 3 eroi pedalatori.

Foto dei nostri soci nella funicolare di Brunate che si apprestano a provare le PS

Ecco i furbetti meccanizzati che decidono di non fare fatica

Alla funicolare incontriamo una bella combriccola di rider, una quindicina circa, tutti belli pompi per la giornata!

Si incontrano facce già conosciute, tra cui i trailbuilder locali e molte altre nuove.

Purtroppo le cose belle durano poco (la funicolare ti fa risparmiare 6/7 km di salita) e alla fine ci tocca pedalare per arrivare all’inizio delle PS.

La salita? Ah già…è tosta e non ti lascia mai un attimo di pausa! Le giacche antivento ci hanno aiutato non poco a non soffrire le raffiche di vento freddo ma a poco servivano per la nostra stanchezza!

Alla fine però arriva il bello della MTB: la discesa! Optiamo subito per la PS Carla, poche curve ma tante rocce insidiose. Claudio apre la fila, in 3 metri gioca 4 jolly, meglio rallentare va!

Chiudiamo la PS soddisfatti con il pensiero della seconda risalita (scusa Andrea per tutte le menzogne che ti ho detto per farti pedalare).

Dopo altri 40 minuti arriviamo alla partenza per la PS3, la famosa “Borletto”. La troviamo innevata/fangosa ed il primo pezzo di trasferimento è davvero un delirio!

Facciamo gruppo con i Local, ragazzi che vanno davvero forte, per il primo pezzo di traccia e poi deviamo tutti sulla PS Bolli/Pinera.

La traccia è bella, piena di rilanci e traiettorie da conoscere per andare a full gas. Claudio si getta tra i local pro e scompare all’orizzonte, lo troveremo alla fine con la forca ko.

Chiudiamo la giornata tornando alle macchine, stanchi, zozzi e col sorrisone! Da rifare? Certo!

Come vi sembra questo week-end dedicato alle uscite in MTB organizzato da ASD Emissioni Zero? A noi è sembrato TOP!