Una gita a Verbania: la bici è prima di tutto amicizia!

(Testo di Luca dell’Oca, foto di Alessandro Cecconello

La bicicletta, in tutte le sue forme, è un passatempo che va condiviso. Ne ero convinto all’inizio di quest’anno quando, dopo un periodo a fare il lupo solitario in giro per i boschi, mi sono convinto a unirmi a questa associazione; e ogni uscita in gruppo che facciamo mi convince sempre di più.

Un ottimo esempio, l’ennesimo, è stata l’uscita a Verbania. Avevo da un po’ deciso di provare alcuni sentieri di Verbania, e nonostante avessi tracciato un itinerario di massima già da qualche mese, non avevo mai trovato l’opportunità di andarci. Ad inizio settembre, stanco di rimandare, ho deciso di proporre questo giro agli altri ragazzi dell’associazione; appena creato e pubblicato, l’evento ha subito avuto numerosi iscritti, tanto che alla fine saremo stati in 12.

Ma anche gente che non ha partecipato al giro ha “contribuito”, nella fattispecie i ragazzi di Trail Conspiracy di Verbania che, avendo visto il nostro giro su Facebook, ci hanno scritto per suggerire alcune modifiche, dettate dalle pessime condizioni di uno dei sentieri originariamente scelti. La bici fa comunità, e ci si aiuta tutti! Un primo grazie va a loro!

Il mattino del giro, ci siamo trovati tutti di buon’ora all’imbarcadero di Laveno Mombello: un’idea di giro diversa dal solito, invece di trovarsi in auto all’inizio del giro, abbiamo deciso di condividere insieme anche parte della “trasferta”, e infatti, da subito, la “sporca dozzina” si è fatta gruppo: chi si conosce da tempo, chi un po’ meno, anche persone che non fanno parte dell’ASD ma che si sono volute aggregare.

ASD Emissioni Zero sul traghetto verso Verbania

In vista di Verbania

Tutte accomunate dalla passione per la Mountain Bike.

Arrivati a Verbania, dopo un breve caffè in paese, ci si è subito avviati lungo la salita. 12 km abbondanti di asfalto, che solitamente sono la parte più noiosa e meno digerita dei giri, ma che grazie al gruppo sono passati in allegria e velocemente. Si sono formati gruppetti che continuavano a cambiare, dove c’era un po’ di tutto: giovani e meno giovani, allenati e non, chi con la bici da xc, da enduro, la e-Bike. A me pareva semplicemente un gruppo di amici!

Superati Bee e Premeno, siamo finalmente arrivati in cima a Pizzo Dell’Omo, dove ci ha accolto una vista spettacolare sul Lago Maggiore. Immancabili le foto panoramiche e di gruppo per testimoniare la giornata:

ASD Emissioni Zero al Pizzo dell'Omo

Foto di gruppo al Pizzo dell’Omo

Tempo di iniziare le discese!

La prima è “Nicolizzi”, con divertenti curve e contropendenze in mezzo a un bel bosco, che sbuca poi su una costa della montagna che si affaccia sul Lago. I più veloci vanno per primi, ma ad ogni bivio o passaggio tecnico ci si aspetta e ci si aiuta. Ai timidi che pensano di essere lenti e invitano gli altri ad andare avanti, si risponde sempre “se volevamo andare da soli non uscivamo in gruppo”.

Finito il primo trail, si imbocca “PS2“, con alcuni passaggi un po’ più ostici ma anche tanti punti molto divertenti. Il trail è più breve, ed è tempo di pedalare ancora per un’ultima volta in salita prima di affrontare il trail conclusivo, “Antenna“. Questo trail è piaciuto a tutti, lungo e vario, con parti veloci e flow, altre rocciose, alcuni piccoli drop, e una parte ripida dove i più bravi hanno anche aiutati gli altri dando consigli e suggerimenti. E i risultati, come sempre accade, non si sono fatti attendere: tutti hanno chiuso in bici moltissimi passaggi, spronati dagli altri compagni e da questi “ispirati”. L’ho già detto che uscire in gruppo è meglio, si?

La discesa si è chiusa prima su una carrabile molto veloce e poi sulla discesa in asfalto che riporta al Lago; qui qualcuno si è esibito in manual “da manuale” per la gioia dei compagni… e un po’ di invidia per le capacità!

Vista l’ora, la fame aveva oramai assalito tutti, ma ancora, si esce in gruppo non solo per pedalare: quindi, quale chiusura più degna che fermarsi tutti insieme a Laveno Mombello per pizza e birra? E infatti questo abbiamo fatto!

ASD Emissioni Zero in pizzeria dopo l'escursione a Verbania

Birra e pizza a fine giro

Che dire? Ho la conferma, l’ennesima, di quanto scritto all’inizio: andare in giro in gruppo è molto più divertente.